Giovani efebi, raggruppati a due a due, si slanciano e si abbracciano senza ritegno tra i balconi superiori del Grand Hôtel, al 12, Boulevard des Capucines (a cavallo tra il II e il IX arrondissement di Parigi, a due passi dall’Opéra Garnier).

I passanti più pudichi si asterranno dal guardare questi fregi audaci nati nel 1862 dallo scalpello di Pierre Jules Cavelier (1814 – 1894).

Fermata Opéra delle linee 3, 7 e 8 della metropolitana parigina.