Il 27 novembre 1525 il regno di Francia era in lutto: Bianca di Castiglia, madre del re Louis IX (conosciuto anche come Saint Louis), moriva all’età di 64 anni.

Nel periodo di coma, quando tutti la credevano morta, per qualche minuto ella, devota fino all’ultimo momento, si riprese giusto il tempo di mormorare, con chi le era accanto, la preghiera degli agonizzanti.

Louis IX, che partecipava in quel periodo alla settima crociata e si trovava lontano dalla Francia, apprese la notizia della morte della madre dal legato della Santa Sede diversi mesi dopo.

Era noto a tutti il forte legame che legava il re a sua madre: egli apprese perciò la notizia con grande pena e da quel momento non sarà più lo stesso.

Era talmente afflitto che solo dopo due giorni diede gli ordini necessari per il suo ritorno in Francia.

Bianca di Castiglia, figlia del re di Spagna Alfonso VIII, aveva 12 anni quando sposò il futuro re di Francia, Louis VIII, che aveva appena sedici mesi più di lei: la loro unione doveva suggellare una pace durevole tra la Francia e l’Inghilterra (sua madre era Eleonora d’Aquitania, appartenente alla dinastia inglese dei Plantagenêt)!

Ella crebbe alla corte di Castiglia dove, molto probabilmente, imparò la carità e la pietà cristiana che trasmise, poi, a suo figlio, il futuro Louis IX.

Educò i suoi figli con severità ma anche con tenerezza e con Louis, promesso al trono, fu molto esigente: voleva fare di lui un grande re, capace di portare sulla terra il regno di Dio, e per questo lo fece crescere con la determinazione di farne un santo.

Louis aveva 12 anni quando il padre, il re Louis VIII, dopo tre anni di regno, morì.

Bianca divenne allora reggente: energica, autoritaria ma anche stratega e diplomatica, con grande forza di carattere tanto che … sembrava nata per governare!

La prima cosa che fece fu di far incoronare suo figlio a Reims, per evitare qualsiasi rivolta nobiliare ma, nonostante questo, i grandi baroni del regno cercarono di destituire il giovane re.

Rifugiatisi nel castello di Montlhéry, non molto distante da Parigi, Louis e Bianca furono salvati grazie al coraggio dei parigini che vennero in massa in loro aiuto.

Le tante prove che i due attraversarono insieme, permisero di creare tra di loro un legame affettivo molto forte, caso praticamente unico nella storia di Francia, tanto che, anche quando Louis IX arrivò all’età adulta, il re non smise mai di chiedere ed ascoltare i consigli della madre.

In pratica … governarono insieme la Francia e questo fino alla morte della madre.

Nel 1234 Bianca decise di sposare il diciannovenne Louis IX, per assicurare la sua discendenza, alla figlia maggiore del conte di Provence, Margherita, permettendo così al re di mettere un piede in questa parte del sud della Francia che ancora non è in suo potere, e di affermare l’influenza francese di fronte ai possedimenti inglesi della rive gauche del Rodano.

Il matrimonio ebbe luogo il 27 maggio a Sens ma Margherita dovette attendere tre giorni prima di unirsi a suo marito: per purificarsi, Louis infatti passò questi tre giorni in preghiera.

E il rapporto intimo tra i due coniugi fu fortemente … influenzato da Bianca!

Una sola volta Louis IX disubbidirà a sua madre: quando, il 25 agosto 1248, s’imbarcò a Aigues-Mortes per la settima crociata.

Sua madre, a 60 anni, cercò di dissuaderlo senza riuscirci, presentendo che non avrebbe più rivisto questo figlio amato alla follia!