Nel vialetto d’ingresso della Cappella della Madonna Miracolosa, al 140, Rue du Bac di Parigi (VII arrondissement), siamo accolti da tre grandi santi:

Saint Vincent de Paul (1581 – 1660)

Grande uomo di carità, saint Vincent de Paul, chiamato Monsieur Vincent e che i parigini avevano soprannominato il padre dei poveri, ha soccorsi i poveri, i malati, i prigionieri, i bambini abbandonati, i vecchi, le vittime di guerra, sia materialmente che spiritualmente.

Per servire i più sfortunati, egli fonda nel 1617 la Confraternita delle Dame di Carità, nel 1625 i preti della Missione e nel 1633, con Sainte Louise de Marillac, le Figlie della Carità.

Alla sua grande opera in mezzo ai poveri si aggiunge la sua azione instancabile di evangelizzazione delle campagne e di formazione dei preti.

Il suo cuore si allarga alle dimensioni del mondo: nel 1648 due missionari partono per il Madagascar e nel 1652 i Preti della Missione e le Figlie della Carità arrivano in Polonia.

Il 27 settembre 1660, Monsieur Vincent muore mormorando il segreto della sua vita: “Io credo”.

Nel 1830, il 25 aprile, le sue reliquie vengono trasferite: nella solenne processione che va da Notre Dame alla cappella Saint Vincent (95, Rue de Sèvres) si trova una giovane novizia della Borgogna, che ha scoperto la sua vocazione attraverso una chiamata del grande santo: Catherine Labouré.

Sainte Louise de Marillac (1591 – 1660)

Cofondatrice delle Figlie della Carità, Sainte Louise de Marillac, prima di diventare suora, è stata sposa e madre.

Diventata vedova, l’incontro con monsieur Vincent diventa determinante per la sua vita.

Diventata prima Dama di Carità, ella riunisce poi qualche ragazza di campagna desiderosa di donarsi a Dio attraverso il servizio dei poveri.

Con monsieur Vincent, Louise forma una Compagnia di un nuovo genere, interamente dedicata al servizio dei poveri e dei malati.

Due giorni prima della sua morte, lascia alle suore il suo testamento spirituale:

Abbiate molta cura del servizio dei poveri e soprattutto di vivere bene insieme in grande unione e cordialità, amandovi le une le altre, per imitare l’unione e la vita di Nostro Signore.
E pregate bene la Santa Vergine che sarà vostra unica madre”.

Louise muore il 15 marzo 1660, qualche mese prima di monsieur Vincent.

Storia delle apparizioni

Fra le statue dei due fondatori (Saint Vincent a sinistra e Sainte Louise a destra), la vita di sainte Catherine e la storia delle apparizioni viene descritta su dei pannelli di pietra, come sulle pagine di un grande libro.