Nella cripta archeologica di Notre Dame, nell’Île de la Cité (nel IV arrondissement di Parigi) si possono vedere molti ruderi di case.

Qui di fianco, ad esempio, si può vedere una cantina su due livelli di una casa del XV secolo.

E questo spazio, all’interno di una casa piccola, era usato per tenere le scorte o, dopo lavori di rifacimento di scale e decori, per ricevere la clientela del negozio (inizialmente il parvis era pieno di negozi, botteghe e laboratori).

Si possono anche vedere le fondazioni di case medievali che si trovavano sulla Rue neuve Notre Dame e la conservazione di elementi romani dei materiali portati per creare la via medievale a partire dal 1600, così come un pezzo del muro della banchina del porto di Lutezia, lungo quattro metri, scoperto sotto un muro di fortificazione del IV secolo e che ha permesso di identificare l’istallazione portuaria.

Esso mostra che il tracciato delle banchine antiche era più lontano di circa 50 metri dalla Senna rispetto ad oggi (l’Île de la Cité aveva una superficie più piccola in quel tempo rispetto all’attuale, e gli argini del fiume erano più estesi).

Se vuoi approfondire di più questo argomento, scoprire tutti i segreti della Cattedrale Notre Dame (e vedere com’era prima dell’incendio del 19 aprile 2019) e del suo Parvis, ti consiglio di cliccare subito qui per saperne di più.