Jean I de Bourgogne (1371 – 1419), soprannominato Jean sans Peur, principe della casa capetingia di Valois, fu assassinato dagli Armagnacchi, della famiglia d’Orléans.

In quel periodo, infatti, c’era la guerra civile tra Armagnacchi e Borgognoni, durante la quale queste fazioni si disputavano la capitale e il regno.

Questi disordini, uniti alle trattative tra il duca e il re Henri d’Inghilterra, contribuirono a rilanciare la guerra dei Cento Anni.

È nel 1477, alla morte di Charles le Téméraire (1433 – 1477), figlio di Philippe le Bon (1396 – 1457) e nipote di Jean sans Puer, che Louis XI (1423 – 1483) riunì la Borgogna al regno di Francia.

Ma torniamo a Jean sans Peur e alla birra.

Se fu Hildegarda di Bingen (1099 – 1179) a scoprire le virtù disinfettanti e conservanti del luppolo (oltre al suo sapore amaro), che permettevano alla birra di conservarsi meglio e più a lungo, fu Jean sans Peur, nel XV secolo, che impose il luppolo come aroma principale della birra, stabilendo così il suo gusto.

Egli creò anche l’Ordine del Luppolo nel 1406, mentre nel 1435 un editto impose questa ricetta e la parola birra apparve per la prima volta.