Luogo tipico della vita bohèmienne di Montmartre, il cabaret del Lapin Agile è una piccola locanda di un piano situata a metà della salita della Butte, all’angolo tra le Rue des Saules e Rue Saint Vincent, a Montmartre (nel XVIII arrondissement di Parigi).

Costruito verso il 1860, inizialmente portava il singolare nome di “Au rendez-vous des voleurs” (letteralmente significa All’appuntamento dei ladri“), cambiato poi, nel 1869, in “Cabaret des Assassins“, prima di essere ribattezzato “À ma campagne” quando un-ex ballerina di cancan, Adèle Decerf (1842 – 1922 o 1923) soprannominata la mère Adèle, lo comperò nel 1886.

Tuttavia è l’insegna dipinta dal caricaturista André Gill (1840 – 1885), che vedi nella foto qui di finaco, che gli darà il nome che conserva ancora oggi: l’immagine, un coniglio (lapin in francese) con berretto e foulard rosso che salta fuori da una pentola con una bottiglia di vino in mano, è passata alla storia!

In qualche anno il cabaret del Lapin à Gill diventò il Lapin Agile.

Con l’arrivo di Frédéric Gérard, detto Frédé, il locale riscosse un grande successo e divenne leggendario.

Dal 1903, data alla quale sua morte Berthe riprese la locanda, fino alla sua morte, avvenuta nel 1938, Frédé animò con talento le serate del « Lapin Agile », attirando così gli artisti e i letterati: scrittori, poeti e pittori vi si rifugiavano attendendo la gloria, confortati dalla buona cucina di Berthe e le arie chitarristiche di Frédé.

Apollinaire, Carco, Picasso, Modigliani, Utrillo, … , erano dei frequentatori abituali.