Nel XIII secolo se per caso ci si perdeva le chiavi, si poteva chiamare sieur Biscornet (che vuol dire, letteralmente, “a due corna”, nome allegorico per designare il diavolo cornuto, come il popolo lo rappresentava all’epoca) che faceva il fabbro.

Visto che era molto bravo e che non abitava molto lontano, gli fu chiesto anche di fabbricare le serrature e di effettuare i lavori in ferro battuto dei due portali laterali della facciata di Notre Dame (che dovrebbero essere sopravvissuti all’incendio devastatore del 15 aprile 2019: dovrebbero perché ad oggi ancora non è possibile minimamente avvicinarsi alla cattedrale e tutto è transennato, quindi non si riesce a vedere nulla 🙁 ).

Il suo nome fu dato a questa via del XII arrondissement di Parigi nell’agosto del 1864.