Le tazze in argento che vedi nella foto qui a sinistra (che ho preso da questo sito) fanno parte di un insieme di 109 pezzi (vasellame, gioielli e oggetti da toilette) sopravvissuti all’eruzione del Vesuvio del 79 d.C.

Probabilmente nascosti in un cisterna dal loro ricco proprietario, sono stati ritrovati diciotto secoli più tardi durante gli scavi di una villa romana a Boscoreale, vicino Pompei.

La stranezza di queste tazze fa di questi pezzi i più famosi dell’insieme.

Gli scheletri sono quelli di poeti e filosofi greci che si dedicano ad attività piacevoli.

Una massima epicurea incisa a piccoli caratteri (“gioisci mentre sei vivo, il domani è incerto”) sembra essere una profezia!

Esse sono esposte al Louvre.