Impaziente di ripristinare i simboli dell’Ancien Régime, Louis XVIII decretò, nel 1816, di ristabilire le effigie dei suoi antenati sotto forma di statue equestri.

Una statua del Roi Soleil in marmo fu commissionata a François Joseph Bosio (1768 – 1845).

Nel 1819, mentre lo scultore stava preparando un modello in pietra in una struttura fatta di tavole di legno costruita sul posto, decise di sostituire il bronzo al marmo.

Secondo lui più resistente, questo materiale permetteva una migliore stabilità del cavallo e una realizzazione teoricamente più veloce.

Nonostante un costo più importante, il re accettò l’esecuzione in bronzo.

Il modello di intonaco, a grandezza reale, fu pronto nell’agosto del 1821.

La realizzazione dei lavori durò un anno.

La base di marmo, fatta da Jean Antoine Alavoine (1778 – 1834), riposava su un largo perimetro sostenuto da pile di pietre a causa della fragilità del sottosuolo costituito dai fossati riempiti dell’antico muro di cinta fatto da Charles X.

Due bassorilievi in bronzo rappresentanti, in costume d’epoca, il re guerriero ne Le passage du Rhin e il principe protettore delle arti ne L’institution de l’Ordre royal et militaire de Saint Louis, furono aggiunti nel 1827.

Il cavallo impennato sta in equilibrio grazie alle sbarre di ferro che fissano la sua coda al piedistallo (per questo essa è così … sproporzionata).

Bosio si ispirò alla statua equestre di Louis XIV eseguita da Desjardins, destinata ad essere posta ad Aix en Provence, nel sud della Francia, e rimasta incompiuta.

Anche il Monumento a Pietro il Grande, eretto a San Pietroburgo nel 1776 da Étienne Falconet (1716 – 1791) potrebbe averlo guidato.

Il re, dal viso idealizzato, ha una parrucca che si rifà al XVII secolo.

La corona d’alloro cinge la parrucca secondo un assemblaggio anacronistico.

La forma goffa del cavallo, la sua posa rigida e la lunghezza della coda furono molto criticate così come l’assenza di somiglianza con i ritratti di Louis XIV.

L’artista fece, piuttosto, un’immagine a-temporale del monarca vincitore.

L’inaugurazione solenne il 25 agosto 1822, festa di Saint Louis, diede luogo a festività organizzate per il ritorno della monarchia, senza badare alle spese: in quest’occasione 6.200 medagliette furono distribuite al popolo.