Il governo romano, fin dall’antichità, si era impiantato sulla parigina Île de la Cité (a cavallo tra gli attuali I e IV arrondissement di Parigi), un pezzo di terra più piccola della superficie attuale dell’isola: infatti un piccolo braccio della Senna si trovava all’altezza dell’attuale Rue de Harlay, dietro il Palais de Justice, oltre il quale si trovavano due piccoli isolotti disabitati sui quali, in seguito, presero posto gli attuali Place Dauphine e Square du Vert Galant.

Circondato dalle acque del fiume su tre lati, il palazzo primitivo si apriva sul suo lato orientale.

Ai governatori romani succedettero le dinastie reali dei merovingi e dei capetingi e il palazzo della Cité divenne sia la dimora dei re sia la sede del potere regale: infatti il re, monarca di diritto divino, concentrava nella sua persona il potere legislativo, quello esecutivo e, anche, l’autorità giudiziaria.

Nel 1358, degli insorti parigini guidati da Étienne Marcel (1315 – 1358) presero d’assalto il palazzo, facendo irruzione nella stanza che occupava il futuro Charles V 1338 – 1380) uccidendo due dei suoi consiglieri più vicini.

Così Charles V, quando divenne re, preferì andare al Louvre, mentre il delfino, futuro Charles VI (1368 – 1422), decise di spostarsi all’Hôtel Saint Pol, nel quartiere del Marais, a cavallo tra il III e il IV arrondissement di Parigi.

Gli appartamenti reali, rimasti deserti, divennero allora la sede dell’amministrazione reale (parlamento, cancelleria e corte dei conti) trasformando così il Palais de la Cité in Palais de justice.

Questo cambiamento di funzione si ripercosse nella complessa architettura dell’edificio, diventando un insieme eterogeneo di epoche diverse: sulle parti medievali del XIII secolo a mano a mano si sono aggiunti altri edifici, i più recenti dei quali datano dell’inizio del XX secolo.

In questo quadrilatero, di una superficie di quattro ettari, fino al mese di aprile 2018 si trovavano tutti i servizi giudiziari della capitale; oggi restano solo la corte d’appello, la corte di cassazione e le biblioteche, mentre il resto è stato trasferito nel nuovo tribunale di Batignolles, nel XVII arrondissement di Parigi, che puoi vedere cliccando qui.

Se vuoi approfondire di più questo argomento e scoprire tutti i segreti del Palais de justice, della Sainte Chapelle e della Conciergerie, ti consiglio di cliccare subito qui per saperne di più.