La prima metropolitana parigina, apparsa nel 1900, apparteneva alla CMP, la Compagnie du chemin de fer métropolitain de Paris, che regnava indisturbata su tutta la rete ferroviaria, ad eccezione di due linee, quelle Nord-Sud costruite a partire dal 1911, che entreranno a far parte della CMP solo nel 1930.

Nel 1941 il governo di Vichy riunì insieme la rete della metropolitana e quella dei bus della regione parigina (cioè Parigi e il suo hinterland), gestita fino a quel momento dalla STCRP (Société de transport en commun de la région parisienne) e la direzione fu affidata alla CMP.

Il 3 gennaio 1945 la CMP cambiò statuto per diventare dipendente di un’amministrazione provvisoria dello Stato prima di diventare,  il 21 marzo 1948, la Régie autonome des transports parisiens, la RATP.

Istituzione pubblica industriale e commerciale, la RATP non è una struttura amministrativa, ma un’azienda vera e propria, autonoma dal punto di vista finanziario.